Si consiglia di attendere il caricamento completo della pagina in modo da poter ascoltare faccettanera.mp3

www.brigatenere.tk


Nel luglio 1944 Mussolini decise di militarizzare il Partito fascista repubblicano. Tutti gli iscritti dovevano arruolarsi nelle Brigate nere, nuovo corpo armato che andava ad affiancarsi all’Esercito, alla Guardia nazionale repubblicana (che aveva compiti di polizia e ordine pubblico) e ai corpi paramilitari (SS italiane, X Mas, ecc.).
www.brigatenere.tk
www.brigatenere.tk
Le Brigate nere furono le principali responsabili del clima di terrore e di violenza che caratterizzò l’ultimo anno di guerra nel nord Italia.
Come sottolineato dal teschio disegnato sulla bandiera nera, i fascisti avevano il culto della morte, che veniva elevata a simbolo. L’azione armata non era un mezzo, duro e necessario in una guerra, ma arrivava a costituire il fine stesso di un’esistenza e di una pratica militare totalmente votate alla violenza più selvaggia e indiscriminata.
 
:-I lelsheva7 La storia
:-I lelsheva7 I canti
:-I lelsheva7 Immagini e simboli
:-I lelsheva7 Stornelli
:-I lelsheva7 > Chat
:-I lelsheva7 >> Forum

>> Visita i nostri sponsor:

>> Modella del giorno:
Dovete sopravvivere e mantenere nel cuore la Fede.
Il mondo, me scomparso, avrà bisogno ancora dell'Idea che è stata e sarà la più audace, la più originale e la più mediterranea ed europea delle idee.
"La Storia mi darà ragione."

:-I lelsheva7Imposta questo sito come pagina iniziale
:-I lelsheva7Aggiungi questo sito nella lista dei tuoi siti preferiti
 

Per maggiori informazioni sulla legalità del sito leggi le NOTE LEGALI

Per qualsiasi problema scrivere a brigatenere@altervista.org
Eventuali offese, insulti o disapprovazioni di vario genere non saranno presi in considerazione!
Si consiglia di attendere il caricamento completo della pagina in modo da poter ascoltare faccettanera.mp3
:-I lelsheva7 Servizi per gli utenti: CHAT - FORUM
CopyRight © 2003 -Brigatenere.tk - Risoluzione ottimale: 1024 x 768 pixel - Si ringrazia www.altervista.org per l'ospitalità.